Orto didattico

Il progetto dell’Orto didattico nasce dalla volontà di creare un ambiente di apprendimento fuori dalle mura scolastiche, sfruttando il meraviglioso ambiente montano che caratterizza il territorio di Recoaro Terme.

Osservando gli studenti e le studentesse speciali che frequentano l’Istituto, si è notato come partecipino con piacere ed interesse alle attività di gruppo (sempre svolte nel rispetto delle normative anti-Covid), con particolare entusiasmo quando sono svolte all’aperto. Considerato poi come l’apprendimento sia motivato quando ci aiuta a risolvere un compito di realtà, e l’importanza che il cibo riveste nel nostro Istituto, è nata l’idea di creare un orto da interpretare come un nuovo strumento didattico.

Il progetto è rivolto principalmente agli studenti e alle studentesse speciali, ma sarà uno spazio aperto a tutti.

orto

Un tale spazio protetto permette lo sviluppo e la sperimentazione di tutte le abilità che la persona possiede ed anche la maturazione affettiva e relazionale, soprattutto nei soggetti con difficoltà. 

Poiché per alunni in difficoltà non si può prevedere solamente l’acquisizione di conoscenze e la partecipazione alla vita e alle attività della classe, come si richiede agli altri, occorre predisporre percorsi che abbiano come finalità l’acquisizione di professionalità e/o competenze al massimo livello consentito dalla disabilità al fine di facilitare l’integrazione sociale e lavorativa.

L’attività di questo progetto ha come finalità quello di favorire il potenziamento dell’autonomia e lavorare in campi aperti, o comunque svolgere attività di questo genere, diventa occasione di maturazione complessiva in grado di potenziare le capacità residue e, al tempo stesso, rendere capaci di sapere, saper fare e quindi saper essere, migliorando il proprio livello di autostima. Inoltre lo strumento della cura di un orto potrebbe diventare un vero e proprio progetto di vita.

L’orto mira per il prossimo anno scolastico al coinvolgimento di tutti gli insegnanti per un fine comune, i quali potranno apportare attraverso progetti collegati innovazione e sperimentazione rafforzando e migliorando così le relazioni tra pari.

foto1

Finalità

  • promozione dell'integrazione tra tutti gli studenti e le studentesse  partecipanti;
  • promuovere il rispetto della Natura e della persona seguendo le “tre etiche” alla base della Permacultura: 
  • cura della terra, 
  • cura delle persone,
  • limitare il nostro consumo alle nostre necessità per condividere in maniera equa e solidale le risorse della terra;
  • far acquisire agli studenti e alle studentesse competenze e abilità spendibili nel mondo del lavoro;
  • creare una rete di collegamento con le  scuole e associazioni presenti nel territorio con il nostro istituto, al fine di crescere e collaborare insieme;
  • creare un orto in cui coltivare diverse varietà di piante, gestito dai docenti interessati e che affiancano i ragazzi disabili presenti nel nostro istituto;
  • far conoscere e saper utilizzare metodi di produzione sani e non dannosi per l’ambiente avvicinando gli allievi al consumo di prodotti biologici, stagionali  a chilometro zero;
  • stimolare i rapporti intergenerazionali e interculturali, far conoscere la tradizione contadina in ambito agricolo ed enogastronomico, relativo alle diverse etnie presenti in Istituto.

Obiettivi Generali

  • l’orto didattico vuole essere un contesto protetto che avvicina tutti i ragazzi e le ragazze alle piante e ai cicli naturali di crescita, in un ambiente dove la concretezza del fare è sovrana e s'impara solo sperimentando;
  • creare attività attraverso le quali gli studenti e le studentesse verranno stimolati ad utilizzare i propri sensi per mettersi in contatto con la natura e sviluppare o potenziare abilità diverse, quali l'esplorazione, l'osservazione e la manipolazione;
  • acquisire competenze e abilità spendibili in un futuro inserimento lavorativo;
  • far conoscere alle realtà scolastiche e al territorio, le nostre attività;
  • favorire il lavoro come strumento di costruzione di processi di socializzazione, integrazione e scambio;
  • far conoscere ai ragazzi quali sono gli alimenti più indicati per una giusta e corretta alimentazione, quindi crescita, ed una maggiore presa di coscienza concernente gli sprechi ed altre problematiche correlate;
  • favorire il recupero del benessere psico-fisico attraverso l’attività manuale quale strumento rilassante ;
  • lavorare a livello interdisciplinare coinvolgendo ed includendo più alunni ed alunne e più indirizzi in collaborazione tra loro;
  • favorire il senso di responsabilità nel prendersi cura di organismi viventi in un ambiente salubre;
  • aiutare a vincere l'isolamento e il senso di inutilità personale;
  • incentivare l’autostima e la motivazione degli studenti e delle studentesse attraverso l’osservazione del processo di crescita delle piante di cui sono fautori, e la raccolta dei frutti del loro lavoro;
  • stimolare negli allievi sentimenti di generosità e altruismo dalla riflessione sulla gratuità della natura.

Obiettivi trasversali

  • favorire l’integrazione tra sistema scolastico e sistema lavorativo;
  • sapersi adattare ad nuovo contesto di lavoro e relazionale;
  • partecipare con senso di responsabilità ad un progetto comune;
  • sviluppare adeguate abilità relazionali con il personale dell’ambiente di lavoro e con i compagni e le compagne di scuola;
  • sapersi intrattenere educatamente con i soggetti esterni;
  • saper pianificare le attività della giornata lavorativa;
  • saper gestire le attività programmate;
  • conoscere le norme di base concernenti la sicurezza sul lavoro;
  • formazione, sviluppo e potenziamento delle competenze connesse al concetto di: tempo, spazio e logicità, attraverso laboratori e attività pratiche svolte in aula;
  • approfondire tematiche legate al ciclo biologico, alla stagionalità delle verdure, alla cura dell’orto.

Metodologie: attività pratiche in campo aperto e teoriche in aula con i ragazzi e le ragazze speciali e, nel prossimo anno scolastico, con le classi. Il lavoro verrà strutturato per favorire l'apprendimento e lo sviluppo di abilità nelle sfere: cognitiva, affettiva-relazionale, sociale e motoria. Durante l’anno scolastico sarà organizzata un'uscita a piedi nel territorio per visitare altri orti curati dai cittadini di Recoaro.

 

 FASI OPERATIVE 2020/21 (clicca qui)

Progetto Orto Didattico a.s. 2020-21.pdf
Allegati
PRIMO GIORNO IN ORTO 19-04-2021.pdf
SECONDA FASE OPERATIVA ORTO.pdf